Vedere il vero e il falso. Roma

All’interno della rassegna Libri al MAXXI il 15 dicembre alle ore 18 ci sarà la presentazione dell’ultimo libro di Luigi Zoja edito da EInaudi Vedere il vero e il falso.

L’invenzione fotografica è stata intesa fin dall’inizio come inizio dell’informazione obiettiva. Eppure la ricostruzione storica dimostra che le foto più famose sono spesso il risultato di artifici.
Il libro di Zoja discute otto fotografie celebri: le quattro che rappresentano “guerrieri” provengono da messe in scena; le altre quattro, che riproducono dei bambini che ignorano finalità nascoste, sembrano veritiere. Questa rassegna anticipa il problema della post-verità, analizza la psicologia retrostante e offre strumenti per capirla.

Introduce
Irene De Vico Fallani MAXXI Ricerca

Intervengono
Luigi Zoja autore del volume
Beppe Attene studioso e documentarista

Evento in collaborazione con Giulio Einaudi editore

Ingresso libero fino a esaurimento posti.

 

Medea, i figli, Giasone. Roma

Il Parco archeologico del Colosseo e Electa Editore promuovono e organizzano un ciclo di conferenze a cura di Maurizio Bettini nella rinnovata Curia Iulia al Foro Romano.

Far rivivere i miti – i Mythologica dei Greci e dei Romani – insieme come racconti e come immagini, come storie da ascoltare e da vedere ma, nello stesso tempo, come modelli di cultura, da cui far emergere costumi e credenze che crediamo di aver dimenticato; ovvero temi e problemi dell’oggi che ci rimbalzano addosso da un’antichità che pareva remota.

Incontri a cura di Maurizio Bettini.

Ingresso gratuito fino a esaurimento posti 100 posti seduti e 30 in piedi
Prenotazione obbligatoria: mythologica@mondadori.it
a partire da 10 giorni prima dell’evento

Vedere il vero e il falso. Pesaro

Domenica 25 novembre alle ore 10:30 si terrà l’incontro di presentazione del libro Vedere il vero e il falso di Luigi Zoja.

Partecipano
Paolo Semprucci, fotografo
Bernardo Gili, psichiatra

 

 

La figura paterna dal mito all’attualità. Fermo

Sabato 24 novembre, alle ore 17, presso il Centro Culturale San Rocco a Fermo in Piazza del Popolo si terrà la conferenza del Prof. Luigi Zoja, già docente presso il C. G. Jung Institut di Zurigo, dal titolo: Il gesto di Ettore. La figura paterna dal mito all’attualità. L’evento è organizzato dalla Delegazione fermana dell’AICC e dal Liceo Classico “A. Caro” di Fermo.

 

Attualità e storia della figura paterna. Misano Adriatico

Il dramma inesauribile: attualità e storia della figura paterna. Altro tema che merita profonda riflessione, è quello che affronterà Luigi Zoja, il nodo della paternità che, a differenza del concetto di maternità, è un fatto quasi esclusivamente culturale, i cui contorni si sono disegnati insieme alla famiglia monogamica, un adattamento recente, ancora insicuro e precario. Questo significa che il suo valore va insegnato ad ogni generazione, altrimenti se ne perde consapevolezza. Le maggiori figure mitiche dell’antichità – Ettore, Ulisse, Enea – possono riassumere l’affermazione del padre che avanza parallela a quella dell’Occidente. Nella modernità, l’industrializzazione e le guerre mondiali portano i padri materialmente sempre piú lontano. A loro volta i “padri terribili” – i dittatori – del XX secolo accelerano la sparizione del padre come simbolo, la moltiplicazione vertiginosa dei divorzi la completa e ci porta a riflettere su questa figura indebolita ma imprescindibile.

Da Costantino a Stalin. Milano

Un incontro tra autori noti per l’impegno liberaldemocratico, quindi laico: un dialogo, una discussione, un dibattito aperto che prende spunto dal libro di Mino Vianello, Da Costantino a Stalin: Il “Complesso del potere assoluto” in Europa.

Introduce
Renato Sarti

Moderatore
Giuseppe Di Leo

con
Elisa Grimi, Mauro Magatti, Luigi Zoja

 

Paranoia in Society and History. A Lecture by Prof. Luigi Zoja. London UK

ic,In collaboration with the Society of Analytical Psychology.

Chair: Martin Schmidt

After experiencing September 11 in New York, I started studying paranoia as a collective phenomenon. Among mental illness, only paranoia can literally make history, as it did through Hitler and Stalin. Paranoia can take hold of events directly because, unlike the rest of psychopathology, it is contagious. Its dynamics can be self-replicating, devouring entire societies. A leader can foster paranoia, but then lose control of the phenomenon. Once infected, the collective madness acquires an autonomous life. Its basic archetypal pattern consists on finding scapegoats and projecting all personal or collective shadow contents on to it. As such it tends to repeat itself in very different epochs and countries.

Masquerading behind false logic, paranoia is fatally attractive, far more seductive than any political, religious, or ideological discourse, and looks for victims. Paranoia relied on “spokesmen” but with modern mass communication and simplification, it can easily be multiplied at low cost, endowing collective aggressiveness with an amplifying self-feeding power.
My talk looks at the use and misuse of paranoia throughout Western history from Ajax to Trump. I reflect upon paranoia through psychopathology, history and literature to better understand its power over the individual and society. Through a combination of circumstances, leaders, history and the power of social media this task is very timely and necessary .

This event will be held in English.

TEDxLakeComo. Villa Erba, Cernobbio.

Luigi Zoja sarà uno dei 14 protagonisti del fare e del pensare che racconteranno come collegano natura e tecnologia, noi e l’universo, sentimento e benessere, uomo e robot, scuola e innovazione e molto altro. Un nuovo sabato non consueto, una giornata articolata in due spazi, uno al mattino e uno al pomeriggio, momenti per uno spuntino, per conversare, discutere e condividere.

9:15 – 10:30 // Registrazione

10:45 – 13:00
Olivia Caramello // Matematica
Lars-Henrik Lau Heckmann // Technology Manager
Carola Carazzone // Changemaker
Carlo Maria Paulesu // Violoncellista
Sarah Cosentino // Esperta Relazione Uomo-Robot
Guy Standing // Economista e Innovatore Sociale
Alex Bellini // Esploratore della Performance
13:00 – 14:15 // Intervallo, packed lunch & conversazioni
Alessandro Cescatti // Ecologo Forestale
Luigi Zoja // Psicoanalista e Saggista
Valentino Gantz // Biologo Molecolare
Laura Canali // Artista e Cartografa
Adriano Girotto // Innovatore e Inventore
Martina Ferracane // Consulente per le Politiche Digitali
Gianfranco Bertone // Fisico Teorico
Per ulteriori informazioni: https://www.tedxlakecomo.com/#giornata

La paura del diverso: tra paranoia ed estremismo. Reggio Emilia

Una lucida analisi del rapporto tra paranoia e storia, nelle profondità degli archetipi,
decifrando il linguaggio dei simboli e dei miti. Zoja raffigura la paranoia come
psicopatologia individuale in grado, come nel caso di Hitler, Stalin ed altri personaggi
carismatici, di infettare tutta la società, alimentando nazionalismo ed estremismo,
la paura e l’odio verso un capro espiatorio accusato di essere responsabile
della propria insicurezza. Se “la paranoia ha sterminato più masse delle epidemie
di peste”, Luigi Zoja ci aiuta a capire come sia stato possibile.